rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca San Vittore Olona

S'"immola" per seguire il fidanzato arrestato: "Anch'io sono piena di droga"

Storia "d'amore" nello spaccio. Nel Milanese un 20enne viene arrestato zeppo di hashish. La fidanzata ai cc: "Arrestate anche me". E tutt'e due finiscono a San Vittore

S'immola" per amore. Una volta "pizzicato" il suo fidanzato per droga, decide di consegnarsi spontaneamente ai carabinieri, auto-denunciando il possesso di sostanze stupefacenti.

E' accaduto durante un controllo a San Vittore Olona, dove c'era un gruppetto di ragazzi, tra cui uno in particolare che, alla vista dei militari, ha subito mostrato segni evidenti di nervosismo. Allora i carabinieri hanno deciso di effettuare una perquisizione su un 20enne, M.B., trovandogli addosso 34 pezzi di hashish, 6 dosi di ketamina e contanti.

Mentre il ragazzo stava per essere portato via con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio, si è avvicinata correndo una giovane coetanea gridando: "Sono la sua fidanzata, la roba che avete trovato è anche la mia!".

La ragazza ha implorato gli stupiti carabinieri di andare a casa sua, dove ha consegnato un vero kit da spacciatore(trice): 2 bilancini di precisione, lamette metalliche sporche di hashish, carta argentata, vari sacchetti intrisi di sostanza stupefacente e circa 300 grammi di farina di riso utilizzata come sostanza da taglio.

Entrambi sono finiti in manette e portati a San Vittore. Insieme, quindi, anche nella disgrazia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

S'"immola" per seguire il fidanzato arrestato: "Anch'io sono piena di droga"

MilanoToday è in caricamento