Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Smantellato il 'drive-in' della droga nei boschi: ecco il meccanismo perfetto degli spacciatori

Gli arresti nelle province di Milano, Alessandria, Biella, Pavia, Vercelli: tutti i dettagli

"La bella", "il latte", "la bianca", "la brutta" e "la  nera". Erano tanti i modi con cui i clienti del così detto "Drive In" della droga nei boschi e le campagne tra Cisliano, Cusago e Trezzano sul Naviglio chiamavano la cocaina e l'eroina al telefono, mentre facevano le ordinazioni. La scoperta, frutto di una lunga indagine, è nata dalle segnalazioni di incidenti di auto che facevano inversioni pericolose ad "U" e dalle code improvvise lungo le Provinciali 162 e 114 e ha portato a ben diciotto arresti. Si tratta di pusher - dieci cittadini marocchini e otto italiani -, tra i ventitré e i cinquantacinque anni d’età, e che spacciavano agli autombilisti sul ciglio delle strade dopo aver raccolto al telefono le loro ordinazioni.

A Milano il drive in della droga: le intercettazioni | VIDEO 

droga spaccio video-2

Protetti dalla folta vegetazione e da una rete di vedette, i pusher preparavano le dosi richieste e poi in una manciata di secondi incassavano il denaro dall'acquirente, gli consegnavano l'eroina e la cocaina e poi sparivano nei campi coltivati a granoturco nel territorio di Cusago, nella grande area rurale a Sud-Ovest del capoluogo lombardo.

Nonostante la rapidità dello smercio, nelle ore di punta e il sabato e domenica, in prossimità dello spaccio si formavano però code di auto o gli acquirenti effettuavano manovre spericolate che talvolta finivano per provocare incidenti.

Le complesse indagini della Stazione, condotte tra gennaio e maggio 2016, hanno portato all'emissione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere che sono state eseguite nelle province di Milano, Pavia, Alessandria, Biella, e Vercelli. La piazza di spaccio era aperta tutti i giorni, dalla tarda mattinata fino al pomeriggio inoltrato, e avrebbe fruttato fino a ottomila euro al giorno. Sempre secondo quanto riferito dall'Arma, quella smantellata è la più forte e sfrontata "batteria" di pusher della decina attiva in zona, purtroppo una delle più note di tutto il Milanese per il fiorente mercato dello spaccio.

IL BLITZ

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smantellato il 'drive-in' della droga nei boschi: ecco il meccanismo perfetto degli spacciatori

MilanoToday è in caricamento