Cronaca

Si fingono turisti di Expo, ma hanno 90mila euro di "ice" in auto

Condotti in caserma, i due “turisti” sono diventati molto nervosi; uno dei due aveva nelle tasche dei pantaloni 5mila euro in contanti. Arrestati due cinesi di 41 e 44 anni

Cristalli di metanfetamina

Una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei carabinieri di Milano, verso le 18 di lunedì, ha fermato una Bmw con targa polacca che si aggirava in via Varesina con due cittadini di origine cinese a bordo.

I due, rispettivamente di 44 e 41 anni, dopo avere esibito documenti polacchi hanno raccontato che stavano cercando di raggiungere Expo dove dovevano incontrare dei loro connazionali. La spiegazione non ha convinto del tutto i militari, insospettitisi per la mancanza di bagagli all’interno nell’auto.

Condotti in caserma, i due “turisti” sono diventati molto nervosi; uno dei due aveva nelle tasche dei pantaloni 5mila euro in contanti e poco denaro nel portafogli. Approfondendo il controllo sulla vettura è spuntato dal sedile posteriore un pacchetto con 300 grammi di metanfetamina cloridrato, sostanza stupefacente di origine sintetica più nota come “ice”. Il valore è molto elevato, circa 90mila euro al dettaglio.

I due non hanno fornito alcun chiarimento. L'arresto è stato convalidato il giorno: l'accusa è di detenzione ai fini di spaccio. E' stata chiesta e ottenuta la custodia cautelare in carcere. 

Non è la prima volta che i carabinieri di Milano sorprendono cittadini cinesi con il suddetto stupefacente. Lo scorso 4 luglio erano state fermate ed arrestate due donne cinesi, di 29 e 35 anni, provenienti dall’Olanda, che trasportavano 500 grammi “ice”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono turisti di Expo, ma hanno 90mila euro di "ice" in auto

MilanoToday è in caricamento