Cronaca Bovisa / Via Don Giuseppe Andreoli

Milano, nasconde la cocaina nel computer in casa: arrestato spacciatore

L'uomo è stato riconosciuto in strada dai poliziotti e seguito

Lo avevano già arrestato per spaccio di droga l'anno scorso: così, quando mercoledì pomeriggio lo hanno visto lungoviale Majno, a bordo della sua auto, i poliziotti della squadra mobile di Milano, diretta da Marco Calì, lo hanno riconosciuto e hanno deciso di seguirlo.

L'uomo, un gambiano di 35 anni, ha fermato la vettura in via Menotti, ha fatto salire uno sconosciuto che dopo qualche secondo è nuovamente sceso dall'auto e se n'è andato a piedi. Gli agenti hanno controllato quest'ultimo: aveva due involucri di cocaina, per un peso totale di un grammo e mezzo, appena acquistati. 

Poco dopo, gli agenti della mobile hanno fermato il gambiano in piazza Principessa Clotilde. Aveva con sé 175 euro e, nella fodeda del sedile del guidatore, un mazzo di chiavi di cui si è rifiutato di fornire indicazioni. I successivi accertamenti in banca dati hanno condotto gli agenti a un appartamento di via Andreoli (zona Bovisa) che è stato perquisito con attenzione.

Cocaina dentro il computer

All'interno del "case" del computer fisso, erano nascosti 15 involucri di cocaina per un peso complessivo di 70 grammi, oltre a un bilancino di precisione e circa quattromila euro in contanti. L'uomo è stato quindi arrestato per spaccio di droga, mentre l'acquirente di via Menotti è stato segnalato come consumatore alla prefettura di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, nasconde la cocaina nel computer in casa: arrestato spacciatore

MilanoToday è in caricamento