menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata

La droga sequestrata

Sequestrati 4 quintali di marijuana, i pusher volevano pagare la droga coi Bitcoin: 4 arresti

La droga trovata in un furgone in arrivo dalla Spagna: era destinata a mezza Lombardia

Maxi sequestro della guardia di finanza di Ponte Chiasso, nel Comasco. Nei giorni scorsi, infatti, le fiamme gialle sono riuscite a mettere le mani su quasi quattrocento chili di hashish e marijuana destinati ad essere spacciati in mezza Lombardia. 

La droga è stata trovata in un furgone in arrivo dalla Spagna, che è stato fermato alla dogana. Alla guida del mezzo c'era un cittadino spagnolo - poi arrestato - che è stato trovato in possesso di circa 100mila euro nascosti in una scatola di scarpe, confezionata con carta natalizia e nascosta nella cabina del camion. In manette insieme a lui sono finiti anche tre cittadini italiani: O.A. di Malnate, M.M. di Castelletto Ticino e T.A., proprietario di un box a Castronno - nel Varesotto - che era stato messo a disposizione del gruppo per lo stoccaggio della droga in attesa della vendita tra Bologna, Milano, Bergamo, Varese, Como e la Svizzera. 

La banda, ha spiegato la guardia di finanza, era organizzata nei minimi dettagli e aveva deciso di utilizzare i Bitcoin - la nuova valuta virtuale - per pagare la droga in moda tale da non lasciare tracce e avere maggiore libertà d'acquisto. La marijuana e l'hashish sequestrati, una volta sul mercato, avrebbero fruttato ai "grossisti" circa quattro milioni di euro. 

Video | La "montagna" di droga sequestrata

droga sequestrata-4

Durante l'indagine che ha portato al sequestro, le fiamme gialle erano già riuscite ad arrestare altre sei persone, togliendo dalle strade quasi dieci chili di droga. Le prime manette erano scattate a novembre, quando i finanzieri avevano fermato - dopo un inseguimento - un'auto a Colverde: a bordo c'era un comasco trovato in possesso di cinque chili di marijuana. I suoi complici - che viaggiavano in una macchina a poca distanza - erano invece stati fermati in Svizzera con tre chili di marijuana a bordo. 

All’inizio di dicembre, invece, dietro le sbarre - bloccati sempre dalla guardia di finanza di Ponte Chiasso - erano finiti due cittadini albanesi. In quel caso, i militari avevano sequestrato quasi due chili di "erba". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento