rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Ecopass, dal "cilindro" spunta il divieto per i camion

Una nuova ipotesi si affianca a quelle già in studio per la fase due di ecopass: vietare ai camion l'ingresso in centro secondo

Il 30 settembre scade la sperimentazione di ecopass, per quella data (e anche prima, in realtà) ci dovranno essere idee chiare su come andare avanti. Sarà una decisione politica e non spetterà soltanto all'assessore Maran ma coinvolgerà l'intera giunta, data la delicatezza e l'importanza del tema. Nel frattempo si scandagliano le possibilità.

E ne spunta un'altra, promossa da Legambiente sul modello di quanto succede già da molti anni a Londra: la cosiddetta "low emission zone". Secondo questo modello, la zona a basse emissioni corrisponde all'intera città, dentro la quale non potrebbero circolare mezzi pesanti (camion e mezzi da cantiere) di vecchio tipo, con motori diesel che inquinano, ciascuno, come cento automobili.

In teoria questi mezzi già non possono circolare in inverno, ma i controlli sono sempre stati scarsi. Così come quasi inutilizzati gli incentivi della regione per montare i filtri antipolvere su quei mezzi. L'idea è allora quella di creare un sistema di controllo capillare, fatto di bollini di diverso colore (in ragione della portata d'inquinamento) e di microchip, oltre a una serie di antenne distribuite in vari punti della città che "leggono" il passaggio del mezzo.

L'intervento, se funzionasse, riguarderebbe un limitato numero di mezzi ma taglierebbe una parte ingente dell'inquinamento ora prodotto. Per il momento, comunque, si tratta soltanto di una delle tante ipotesi al vaglio dei tecnici comunali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecopass, dal "cilindro" spunta il divieto per i camion

MilanoToday è in caricamento