Cronaca

Ema, interviene Beatrice Lorenzin: "Olanda in ritardo verificare se l'assegnazione è valida"

Dopo la mozione delle eurodeputate Toia Gardin anche la ministra è intervenuta sul tema

La sede di Ema (foto Ansa)

"In queste ore stiamo avendo alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles sul fatto che Amsterdam non sarebbe in grado di garantire la riallocazione di Ema con il personale nella sede definitiva prima del maggio 2020. Se il ritardo di un anno fosse vero, credo che l'Italia dovrebbe immaginare se ci siano strade percorribili dal punto di vista giuridico, prima che politico, per verificare se l'assegnazione che è stata fatta sia ancora valida". Sono le dichiarazioni del ministro della salute Beatrice Lorenzin che è intervenuta sulla vicenda di Ema, l'agenzia europea del farmaco, assegnata a sorteggio ad Amsterdam.

Martedì 12 dicembre la mozione bipartisan: Elisabetta Gardin (Forza Italia) e Patrizia Toia (Pd) hanno presentato un'interrogazione congiunta alla Commissione europea e al Consiglio per chiedere di riconsiderare la scelta di assegnare alla capitale olandese la nuova sede dell'Ema.

„Nella loro interrogazione, Toia e Gardini hanno evidenziato proprio la "mancata disponibilità di una sede, seppure provvisoria, dell'Agenzia europea del farmaco ad Amsterdam entro marzo 2019", sottolineando come i ritardi "danneggiano il diritto alla salute dei cittadini, non rispettando il principio della continuità e arrecando costi aggiuntivi al bilancio Ue". Quindi, la richiesta formale ai due organi per capire se "ritengano ancora valida la valutazione tecnica fornita prima dell'assegnazione e se non considerino il mancato rispetto degli impegni presi ragione per riaprire la procedura". “

Una battaglia sostenuta anche dal governatore della Lombardia Roberto Maroni che, sempre martedì, su facebook si è lasciato andare ad un laconico: "Se Amsterdam non rispetta gli impegni per la nuova sede di Ema, noi siamo pronti. Il Pirellone c’è".

L'agenzia Europea del Farmaco, lo scorso 20 novembre, era stata assegnata ad Amsterdam. La città olandese aveva avuto la meglio al lancio della monetina dopo che le precedenti votazioni erano finite in parità assoluta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ema, interviene Beatrice Lorenzin: "Olanda in ritardo verificare se l'assegnazione è valida"

MilanoToday è in caricamento