rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Trucidò due fratelli e nascose i cadaveri, condannato all'ergastolo

Riccardo Bianchi è stato condannato all'ergastolo: alla famiglia un risarcimento di oltre un milione di euro

Il gup di Milano Andrea Salemme ha condannato all'ergastolo il 22enne Riccardo Bianchi accusato del duplice omicidio dei fratelli Gianluca e Ilaria Palummieri, avvenuto il 24 giugno del 2011 a Milano.

Il ragazzo era presente all'udienza.

Per lui l'accusa era di omicidio aggravato dalla premeditazione, violenza sessuale e sequestro di persona. La perizia disposta dal Gup aveva stabilito la capacità di intendere e volere al momento del fatto.

Il gup di Milano Andrea Salemme, inoltre, ha disposto una provvisionale per i parenti delle vittime che si sono costituiti parti civili. In particolare una provvisionale di 1 milione di euro ciascuno per la zia, il padre e la sorella e 500 mila euro per la nonna.

Stando alle indagini il 22enne ha ucciso prima l'amico Gianluca colpendolo ripetutamente al torace con un coltello, poi dopo essersi impossessato delle chiavi di casa (in cui il ragazzo viveva con la sorella), ha raggiunto l'appartamento in via Gozzoli dove c'era Ilaria che stava dormendo. Lì dopo averla svegliata e averle detto di avere ucciso il fratello, sarebbe rimasto per ore, l'avrebbe legata e avrebbe abusato di lei prima di ucciderla.

Il movente, secondo quanto ricostruito dalle indagini sarebbe stato il risentimento maturato nei confronti di Ilaria dovuti al fatto che la giovane aveva deciso di interrompere la loro relazione. Bianchi era stato fermato il 24 giugno del 2011.

La difesa dell'imputato ha confermato che ricorrerà in appello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trucidò due fratelli e nascose i cadaveri, condannato all'ergastolo

MilanoToday è in caricamento