Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Esplosione Paderno Dugnano: è morto uno degli ustionati

Si tratta di Sergio Scapolan, 63 anni, ricoverato a Villa Scassi dallo scorso 4 novembre. L'operaio era rimasto ustionato gravemente durante l'esplosione avvenuta all'Eureco, ditta di smaltimento di rifiuti pericolosi di Paderno Dugnano

Sabato notte all'Ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, a Genova, si è spento uno degli ustionati dell'esplosione di Paderno Dugnano dello scorso 4 novembre. Si tratta di Sergio Scapolan, 63 anni. L'operaio stava lavorano nei capannoni dell'azienda di smaltimento rifiuti Eureco quando è scoppiata l'esplosione che ha causato poi l'incendio che a sua volta ha provocato 3 ustionati gravi.

Sergio Scapolan era stato trasferito da Milano a Genova il giorno dopo l'incidente sul lavoro con ustioni molto gravi sul 90% del corpo. Restano gravissime le condizioni di un altro dei tre ustionati, il custode dell’Eureco Salvatore Catalano (52 anni), ricoverati al Centro grandi ustionati dell'ospedale Niguarda di Milano. L'altro ustionato grave è stato portato a Torino.

Le condoglianze del vice presidente della Regione Lombardia
."Esprimo tutta la mia solidarietà ai famigliari, agli amici e ai colleghi di Sergio Scapolan ed auspico, ancora una volta, che si faccia piena luce su questo tragico incidente", ha detto  Andrea Gibelli, in merito alla morte dell'operaio della Eureco di Paderno Dugnano, a causa delle gravi ustioni procurate in seguito all'esplosione avvenuta nell'azienda lo scorso 4 novembre".


"Mi auguro - ha aggiunto Gibelli - che le indagini in corso accertino al più presto le responsabilità di una simile tragedia". Secondo il vice presidente è "doveroso lavorare tutti insieme per garantire a tutti le condizioni di massima sicurezza sul lavoro, che non deve mai trasformarsi in un luogo di morte. Simili episodi non devono verificarsi mai più".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione Paderno Dugnano: è morto uno degli ustionati

MilanoToday è in caricamento