menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vigili del fuoco sul posto

I vigili del fuoco sul posto

Esplosione al kartodromo di Rozzano: ferite tre persone, due sono gravi

La deflagrazione sarebbe stata causata da una caldaia installata vicino a un prefabbricato

Prima il boato, poi le sirene del 118 e dei vigili del fuoco. Esplosione al kartodromo di via Eugenio Curiel a Rozzano nella mattinata di domenica 14 gennaio.

L'allarme è scattato poco dopo le 10.15, secondo quanto riportato dall'azienda regionale di emergenza urgenza. Sul posto sono intervenute due ambulanze, un'automedica e l'elisoccorso. Tre i feriti: il custode dell'impianto, un cittadino gambiano di 46 anni che si trovava nella struttura insieme a un connazionale di 54 anni. Entrambi, fanno sapere i carabinieri del comando provinciale di Milano, sono stati accompagnati in gravi condizioni all'Humanitas, ma nessuno di loro è in pericolo di vita. Ferito anche un altro dipendente della struttura, un italiano di 53 anni, accompagnato all'ospedale Niguarda.

Inizialmente sembrava che la l'esplosione fosse stata causata da una bombola di Gpl, ma in realtà ha riguardato una caldaia. La deflagrazione ha distrutto un prefabbricato dove si trovano gli uffici e un piccolo appartamento occupato dal custode. Per i rilievi sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano e i carabinieri della tenenza di Rozzano.

È la seconda esplosione in poche ore. Intorno alle 5 di domenica due appartamenti al quinto piano di un palazzo in via Oslavia a Sesto San Giovanni sono stati devastati da una deflagrazione in cui sono rimaste ferite sei persone tra cui un bambino di 9 anni.

Le immagini del palazzo dilaniato

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento