rotate-mobile
Cronaca Cassano d'Adda / Piazza G. Garibaldi

Espulso dall'Italia nel 2017, girava tranquillamente in auto: controllato e arrestato

Il controllo dei carabinieri nel Milanese

Lo hanno controllato mentre era con un amico: e così hanno scoperto che quel giovane albanese non avrebbe potuto essere in Italia, perché era stato espulso due anni fa con divieto di rientrare per cinque anni. Eppure si trovava ancora nel Paese. Ora verrà espulso di nuovo.

E' successo martedì sera a Cassano d'Adda, nel Milanese. Protagonista un 28enne con alcuni precedenti penali. I carabinieri della cittadina sull'Adda lo hanno sorpreso mentre era in auto, in piazza Garibaldi, insieme ad un conoscente; hanno controllato minuziosamente sia la vettura sia le identità di entrambi. Nessun particolare rilevante tranne, appunto, il fatto che il 28enne era stato espulso nel mese di marzo del 2017.

Nuova espulsione

In quella occasione, il giovane era stato accompagnato all'aeroporto di Malpensa per il rimpatrio; e la prefettura di Milano gli aveva comminato il divieto di fare ritorno in Italia per cinque anni. Un divieto evidentemente violato. Così i carabinieri hanno arrestato il 28enne per reingresso illegale in Italia; il giovane è stato giudicato per direttissima a Milano e, dopo la convalida dell'arresto, è stato portato in questura in attesa di una nuova espulsione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso dall'Italia nel 2017, girava tranquillamente in auto: controllato e arrestato

MilanoToday è in caricamento