Cronaca

Piano anti-caldo: presentate le iniziative per un'estate "gentile" per gli anziani

Pasti gratis, intrattenimento, ascolto, servizi, luoghi refrigerati con aria condizioanta: questi i punti salienti del piano anti-caldo per gli anziani milanesi

L'unica novità è la rinuncia al tradizionale pranzo di Ferragosto all'hotel Marriott: da via Washington si sposterà in periferia, dividendosi nei due centri socio ricreativi di via Appennini al Gallaratese e di via dei Narcisi al Lorenteggio e in una serie di «rinfreschi danzanti» pomeridiani in altri 12 centri. Per il resto, la nuova amministrazione di palazzo Marino ha voluto confermare quest'anno il «Piano Anticaldo» predisposto dall'ex assessore Mariolina Moioli, perché «fatto salvo l'ovvio e oggettivo cambiamento, bisogna dare continuità dove le cose realizzate erano e sono giuste».

I CENTRI SOCIO-RICREATIVI - Lo ha spiegato l'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, a palazzo Marino alla presentazione del piano con cui il Comune, insieme con Asl e con il terzo settore, assisterà gli anziani e i disabili durante l'estate. La «fase 1» degli interventi, con la consulenza medica, i pasti e l'assistenza domiciliare e gli accompagnamenti, soprattutto per gli anziani più a rischio, ha già preso avvio l'1 giugno e proseguirà fino al 4 settembre, mentre dal 28 luglio si aggiungeranno le iniziative organizzate dai 29 centri socio ricreativi per animare le giornate d'agosto trascorse in città.

UN PROGETTO DA PORTARE AVANTI - Un progetto per cui Majorino ha ringraziato «chi mi ha preceduto, gli assessori Moioli e Landi, perché è il portato del lavoro fatto da loro, ma soprattutto chi ha costruito davvero questo piano, il personale degli assessorati e la Asl». Dal neoassessore anche la conferma della collaborazione con il terzo settore: «Continuerà assolutamente, perché è un fatto vitale: le politiche sociali hanno senso solo nel rapporto fra pubblico e privato».

LE INIZIATIVE - I servizi del Piano, destinati agli over 60 e ai disabili, si possono richiedere al numero verde 800 777888 e al call center del Comune 020202. Sono coinvolte 320 persone, oltre alle 1.100 a disposizione durante tutto l'anno, fra assistenti e custodi sociali, operatori delle cooperative accreditate e volontari. Già partiti da oltre un mese gli interventi per garantire la salute agli anziani in città, a partire dal «monitoraggio telefonico» di quelli più a rischio: sono 5165 (250 in più dello scorso anno) quelli registrati come «a rischio molto alto» nella «Anagrafe della fragilità» voluta dal Comune, a cui si aggiungono 21mila ad «alto rischio», soli e con patologie. Sono già attivi anche l'assistenza e la consegna dei pasti a domicilio, l'accompagnamento per la spesa e le visite mediche, i buoni spesa e per i taxi, la consulenza medica. Dal 28 luglio la «fase 2», con le attività ricreative organizzate dei centri aggregativi, ingressi gratuiti al cinema e nella piscine comunali, gelati e pizze offerti da alcuni locali del centro, visite guidate ai musei, escursioni al Parco Nord, quotidiani a domicilio, taglio e piega da alcuni parrucchieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano anti-caldo: presentate le iniziative per un'estate "gentile" per gli anziani

MilanoToday è in caricamento