Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Porta Lodovica / Piazza Andrea Cardinale Ferrari

Milano, paura in ospedale: detenuto si scaglia contro gli agenti in corridoio per evadere

L'uomo era al Pini per una visita a una spalla. Uno degli agenti è rimasto ferito

Foto repertorio

Appena finita la visita, il motivo per cui per qualche ora era tornato un uomo "libero", ha cercato di far perdere le proprie tracce. Così, senza pensarci due volte, ha aggredito gli agenti che lo stavano scortando fuori e ha provato, inutilmente, a guadagnare la via d'uscita da solo. 

Momenti di tensione sabato mattina all'ospedale Gaetano Pini di Milano, teatro di un tentativo di evasione evitata soltanto dalla prontezza di riflessi dei poliziotti penitenziari. Protagonista della tentata fuga - ha raccontato Daniele Zona, responsabile della Uilpa polizia penitenziaria - è stato un giovane detenuto marocchino che si trova in cella a San Vittore e che era stato accompagnato al pronto soccorso per una visita a una spalla. 

Il ragazzo, questa la ricostruzione ufficiale del sindacato,  "ultimate le cure, all’interno dei corridoi, ha spintonato gli agenti di scorta riuscendo a liberarsi". Nonostante l'aggressione e la successiva caduta - il capo scorta è anche rimasto ferito a una gamba -, i poliziotti penitenziari sono riusciti a raggiungere e fermare il detenuto prima che potesse arrivare fuori dall'ospedale.

L'ennesimo tentativo di evasione, inevitabilmente, ha riacceso le polemiche sulle condizioni di lavoro degli agenti. "Rilevare che un detenuto, peraltro parzialmente ammanettato per i problemi alla spalla, e? tradotto con soli due agenti e? tutt’altro che accettabile - l'accusa di Roberto Di Marco, segretario regionale Uilpa -. Questo caso deve necessariamente far riflettere su come si intendono gestire determinati servizi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, paura in ospedale: detenuto si scaglia contro gli agenti in corridoio per evadere

MilanoToday è in caricamento