Venerdì, 18 Giugno 2021
Expo 2015

Aree Expo: sarà il più grande parco d'Europa

450mila metri quadrati di alberi e prati. Sono questi i numeri principali dell'accordo di programma sulle aree che ospiteranno l'Expo 2015. Tra 30 giorni l'accordo passerà in Consiglio comunale

450mila metri quadrati di alberi e prati: ovvero, il più grande parco d'Europa. Questa sarà l'Esposizione universale milanese. Con, ovvero, un indice di edificabilità pari a un massimo di 0,52 e almeno il 56% di superficie di verde. Sono questi, infatti, i numeri principali dell'accordo di programma sulle aree che ospiteranno l'Expo 2015.

Il documento è stato sottoscritto stamattina nella sede della società di gestione dell'evento da Regione Lombardia, Comune e Provincia di Milano, Comune di Rho e Poste Italiane. Soddisfazione è stata espressa da tutte le parti in causa, che hanno sottolineato come la firma sia una "tappa importante" per un avvio dei lavori sul sito in tempi rapidi, condizione essenziale per evitare uno stop da parte del Bie. Il testo, fanno sapere al Comune di Milano, sarà ratificato domani dalla giunta per poi passare entro 30 giorni in consiglio comunale.

"Oggi abbiamo raggiunto il primo obiettivo - afferma il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia -: far sì che possano partire le opere iniziali per evitare che il Bie revochi l'assegnazione a Milano". Gli altri obiettivi di Milano, secondo il sindaco, sono "che Expo in un accordo tra istituzioni sia un momento di sviluppo sociale economico e culturale e che dopo l'evento non ci sia nessuna speculazione edilizia. Da parte di Milano ci saranno paletti fortissimi perché ciò non avvenga". Secondo il presidente Formigoni, "già nell'accordo siglato oggi ci sono garanzie contro il pericolo di speculazione edilizia: il 56% sarà destinato a parco, il più grande d'Europa, e questa quota potrebbe salire. Il resto della superficie sarà occupato da edilizia convenzionata a basso costo, una parte di privato, con il recupero integrale di tutti i reperti archeologici e storici e uno sviluppo che vada a integrale vantaggio dei cittadini. Ecco perché ho insistito tanto che fossero gli enti pubblici ad acquistare i terreni".

Durante le ultime fasi di discussione sono state appianate anche alcune difficoltà che erano state esposte dai Comuni del Nord-Ovest "Avevamo fatto richieste che sono state accettate", spiega il sindaco di Rho, Pietro Romano, che è anche presidente del Patto del Nord-Ovest. La Regione, ha spiegato Formigoni, metterà a disposizione finanziamenti aggiuntivi di 47 milioni di euro per la sanità e 42 milioni per la mobilità. Soddisfazione per il passo di oggi è stata espressa anche dalla presidente di Expo 2015, Diana Bracco. "Credo che se le date che sono state fornite dalle istituzioni per gli ultimi passaggi formali nelle giunte saranno rispettate - ha affermato - già il 3 agosto il cda potrà lanciare la prima gara d'appalto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree Expo: sarà il più grande parco d'Europa

MilanoToday è in caricamento