Expo 2015

Expo: Casa Don Bosco andrà a Lviv in Ucraina

Lo spazio dei Salesiani diventerà un centro polifunzionale per 300 giovani

Casa Don Bosco a Expo 2015

Lo spazio dei Salesiani a Expo 2015 sarà trasferito in Ucraina, nella città di Vynnykyte, vicino a Lviv (Leopoli), dove diventerà un centro polifunzionale per ragazzi disagiati: ne ospiterà circa 300. C'è anche la possibilità (attraverso un fundraising via web) di effettuare una donazione.

La cerimonia di consegna delle chiavi si è svolta nella giornata del 29 ottobre: presenti il commissario generale di Expo, Bruno Pasquino, e il sacerdote salesiano Yuiy Smakous, sacerdote che gestirà la struttura in Ucraina, che ha commentato: «Donare Casa Don Bosco all'Ucraina ha un grande significato simbolico. Sappiamo tutti che in Ucraina c'è una guerra, e per questa ragione non ha potuto partecipare a Expo. Ma Don Bosco ha rappresentato simbolicamente l'Ucraina in questo evento mondiale e ne siamo contenti». La destinazione finale era stata infatti decisa fin dall'inizio.

«Expo ci ha dato una grande opportunità: trasmettere i valori del metodo educativo salesiano ad un pubblico ampio», ha spiegato Ercole Lucchini, operation manager di Casa Don Bosco a Expo: «Oggi consegniamo con orgoglio Casa Don Bosco ai giovani dell’Ucraina, che potranno beneficiare non solo di una struttura che risponde a pieno titolo dei migliori canoni di architettura sostenibile, ma che è anche passata alla storia essendo stata presente nell’edizione 2015 di Expo; un luogo speciale, visitato da oltre 20 milioni di persone che hanno ritrovato in essa uno spazio nel quale confrontarsi, riflettere, condividere e diffondere le proprie conoscenze e pensieri, trasformandola in un contenitore di idee, emozioni e cultura»..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo: Casa Don Bosco andrà a Lviv in Ucraina

MilanoToday è in caricamento