menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Knin, capitale della Krajina

Knin, capitale della Krajina

Expo, Bescapé (Fds): "Ripensare alla situazione dei serbi in Croazia"

Il capogruppo Fds in zona 8, ambasciatore in Italia della Krajina in esilio, firma (insieme a premier e ministro degli esteri) una lettera alla Mogherini

Tempi difficili per l'Unione europea: è appena iniziato il mandato della nuova commissione, di cui fa parte l'italiana Federica Mogherini nel ruolo di alto commissario per la politica estera, e proprio su questo fronte Bruxelles deve affrontare sfide impensabili anche solo un anno fa: l'Isis in Iraq e, molto più vicino, la guerra civile in Ucraina con l'ingerenza della Russia di Vladimir Putin.

Ma i temi "scottanti" non sono soltanto esterni. Si pensi alla Scozia, che ha appena votato il referendum sull'indipendenza dal Regno Unito (hanno vinto i "No"). E non solo: nella vicinissima Croazia, entrata nell'Ue a luglio 2013, c'è una questione ancora irrisolta: quella della repubblica di Krajina, non riconosciuta e con un governo in esilio.

Della Krajina fa parte anche Alessandro Bescapé, nel ruolo di ambasciatore in Italia: Bescapé è anche capogruppo in consiglio di zona 8 a Milano per la Federazione della sinistra. C'è anche la sua firma, dopo quella del presidente Mirolad Buha e del ministro degli esteri Jasmina Peev, in una lettera (a Federica Mogherini e al neo presidente polacco del consiglio europeo, Donald Tusk) che ripercorre la storia della Krajina, fin dalla richiesta d'indipendenza dalla Croazia per via referendaria nel 1990 e nel 1991, a cui è seguito l'esodo dei serbi durante e a causa delle guerre nell'ex Jugoslavia.

Con la Croazia nell'Ue, la Krajina chiede l'impegno a riconoscere lo stato e - non secondariamente - la pulizia dalle scorie radiattive. "La Croazia è entrata nell'Unione europea nel 2013 e, nel 2015, sarà presente a Expo", dichiara Bescapé: "L'occasione per ripensare alla situazione della Krajina e dei serbi in Croazia, dopo tanto tempo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento