rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Expo 2015

Regione, i detenuti della Lombardia lavorarenno per Expo

I detenuti della Lombardia lavorarenno per Expo: potranno essere coinvolti in servizi di facchinaggio o di pulizia sedi, ma anche di digitalizzazione o archiviazione

Potranno essere coinvolti in servizi di facchinaggio o di pulizia sedi, ma anche di digitalizzazione o archiviazione, di manutenzione o di catering e cucina. Insomma, i detenuti lombardi potranno partecipare attivamente alla costruzione dell'Expo 2015.

E' quanto prevede il Protocollo d'Intesa sottoscritto questa mattina  fra il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, il commissario straordinario per l'Expo, Letizia Moratti e l'amministratore delegato di Expo 2015 spa, Lucio Stanca, alla presenza del presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. Erano presenti anche il provveditore regionale alla carceri, Luigi Pagano, e il presidente del consiglio provinciale di Milano, Bruno Dapei.

"Un'iniziativa che ha un grande valore concreto e simbolico – ha detto Formigoni - che  dimostra come l'Expo stia iniziando ad essere un evento di tutti, un avvenimento che i milanesi, i lombardi, tutti gli italiani condivideranno, con l'obiettivo della crescita non solo di una città o di una regione, ma anche di ogni singola persona. E questo é l'importante valore simbolico del Protocollo".

"Accanto a questo - ha precisato Formigoni - va sottolineato il valore concreto ed educativo di un'iniziativa del genere: puntare alla crescita di persone che hanno sperimentato il disagio, l'errore, alle quali possiamo offrire, attraverso il lavoro, una prospettiva di cambiamento, di incontro con nuove motivazioni e nuovi orizzonti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, i detenuti della Lombardia lavorarenno per Expo

MilanoToday è in caricamento