rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Expo 2015

Expo, iniziano i lavori: 300 operai per sistemare l'area

Stamattina sono iniziate le operazioni preliminari per mettere in sicurezza l'area interessata ai lavori di expo 2015. Sala e Formigoni soddisfatti

Prendono finalmente il via i lavori legati a expo 2015. Stamattina 300 operai si sono messi all'opera, e alla "inaugurazione" hanno partecipato i vertici della società Expo 2015 ma anche il commissario generale per expo, Roberto Formigoni.

Punto d'incontro, la via Cristina Belgiojoso, a pochi metri dal carcere di Bollate. Il primo intervento (che durerà circa 10 giorni) è la messa in sicurezza delle aree. Poi inizieranno i lavori di scavo.

Tra i lavori in programma, la viabilità stradale, la sistemazione delle aree per i parcheggi nel lato est, gli impianti per distribuire l'acqua potabile, la deviazione del torrente Guisa e opere paesaggistiche. Lavori che termineranno verso la fine del 2012. Terminerà invece nel 2013 la ricostruzione della sottocentrale elettrica di Terna Fiera, in un'area diversa del comune di Rho. I 300 operai sono destinati in breve tempo a diventare circa 2.500.

A novembre - ha spiegato l'ad di Expo, Giuseppe Sala - sarà indetta la gara da 285 milioni di euro per la piastra, con aggiudicazione prevista per maggio 2012. "I lavori della piastra e dei fabbricati di superficie andranno a sovrapporsi e ad essere gestiti contemporaneamente - ha poi spiegato Sala - a fine 2014, terminata la piastra, consegneremo tutto pronto ai paesi per la messa a punto dei loro spazi espositivi". I Paesi espositori potranno comunque prendere possesso dei loro lotti a giugno 2013 e avranno quindi un anno e mezzo al massimo di tempo per realizzare i loro padiglioni. Poi sarà il turno dei vari test. 

Roberto Formigoni ha sibillinamente affermato che "tra i vertici c'è massima intesa. Se qualche problema c'è nell'intendenza, ricordo quel che diceva De Gaulle: l'intendenza ha solo il compito di seguire". Ha poi smentito di riferirsi all'assessore alla cultura del comune di Milano, Stefano Boeri.

Intanto si è venuto a sapere che non dovrebbe essere necessaria alcuna bonifica dei terreni su cui sorgerà expo. Sono stati prelevati 900 campioni su tutta l'area e solo il 3% è risultato "leggermente sporco". Giuseppe Sala ha aggiunto che "se procedendo con gli scavi emergerà la necessità di una bonifica, la faremo. Ma è rassicurante il risultato del monitoraggio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo, iniziano i lavori: 300 operai per sistemare l'area

MilanoToday è in caricamento