Expo 2015

Expo, la Moratti lascia. Pisapia: "Serve commissario, ma scelta condivisa"

Dalla riunione sull'Expo 2015, tenuta a Palazzo Chigi, "é emersa l'opportunità che ci sia un nuovo commissario", dopo la fine del mandato dell'ex sindaco. Podestà: "E' un'arma contro i ritardi"

Letizia Moratti ha ieri ufficializzato l'addio alla carica di commissario straordinario per l'Expo 2015. E' quanto ha fatto sapere il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, affermando che "Moratti ha dato le dimissioni", a margine della riunione che si è tenuta a Palazzo Chigi proprio sull'Expo, a cui avrebbe partecipato anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

Dalla riunione sull'Expo 2015, tenuta a Palazzo Chigi, "é emersa l'opportunità che ci sia un nuovo commissario", dopo la fine del mandato dell'ex sindaco. Lo ha ribadito il primo cittadino Pisapia. "Il problema è - ha sottolineato il sindaco - che non sia una scelta calata dall'alto ma, come è stato assicurato dal sottosegretario Gianni Letta, che sia una scelta condivisa". A riguardo Letta, che ha partecipato alla riunione, ha aggiunto Pisapia, avrebbe detto "che ascolterà tutti. Questo è l'unico modo - ha spiegato il sindaco - per andare avanti senza divisioni e gli screzi del passato".

Il presidente della Provincia, Guido Podestà, ha sottolineato che la nomina di un nuovo commissario è "un'arma contro i ritardi". "Questa figura va infatti considerata un'arma carica contro eventuali ritardi nella realizzazione delle opere connesse all'evento - ha concluso - che, ovviamente, ci auguriamo di non riscontrare".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo, la Moratti lascia. Pisapia: "Serve commissario, ma scelta condivisa"

MilanoToday è in caricamento