rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Expo 2015

Expo, la "strana coppia": Formigoni-Pisapia i due nuovi commissari per l'Esposizione?

Dalle parole d'elogio si passa ai fatti: il governator e il sindaco dovrebbero essere i due nuovi commissari straordinari per l'Expo, con poteri diversi. C'è l'ok del governo

Se n'era vociferato a lungo, nei giorni scorsi. Martedì 19 luglio la conferma (quasi) ufficiale. A sostituire Letizia Moratti (ex primo cittadino di Milano) come commissario Expo saranno con ogni probabilità l'attuale sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente della Regione Roberto Formigoni.

Per la "strana coppia" ruoli diversi: il primo avrà il ruolo di commissario straordinario con poteri sostitutivi e di accelerazione sulle procedure pubbliche, il secondo sarà commissario generale, ovvero rappresentante del sistema Italia con il Bureau des Expositions e gli oltre 150 Paesi che aderiscono al Bie.

"Si tratta di una proposta che ho fatto 15 giorni fa e mi fa piacere vedere che Pisapia è d'accordo - ha spiegato Formigoni -. Ne avevo parlato a lui e al sottosegretario Gianni Letta. E da Letta ho ricevuto l'assicurazione che la proposta è gradita al governo". Anzi, si sta già lavorando al decreto del presidente del Consiglio sui poteri commissariali e "conto - ha aggiunto il presidente della Lombardia - che ci sia prima dell'autunno", anche se certo "é un lavoro delicato".

Formigoni ci tiene comunque a precisare che "non ci saranno due commissari", piuttosto saranno dati poteri commissariali a persone che già si occupano di Expo, e che assumeranno l'incarico a titolo gratuito. Insomma "un segnale di sobrietà, non una terza o quarta figura - ha sottolineato - che complicherebbe ulteriormente la partita Expo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo, la "strana coppia": Formigoni-Pisapia i due nuovi commissari per l'Esposizione?

MilanoToday è in caricamento