Domenica, 13 Giugno 2021
Expo 2015

Presentato al premier Berlusconi il masterplan per Expo 2015

Presentate ieri sera a Berlusconi le linee guida del masterplan per Expo 2015 e per l’area Rho-Pero: un’isola circondata da corsi d’acqua. Confermato l’orto botanico e le tensostrutture. Critiche dal centrosinistra: “Il ridimensionamento c’è stato”

E' stata illustrata ieri sera in anteprima al Presidente del Consiglio ad Arcore, l’idea del masterplan per Expo 2015. A mostrare orgogliosi  l’opera a Berlusconi sono stati il sindaco Letizia Moratti, il governatore Formigoni, Lucio Stanca e Sangalli della Camera di Commercio.

Il progetto invece è stato illustrato al premier dagli architetti Stefano Boeri, Jacques Herzog e Richard Burdett: 925mila metri quadrati tra cui si snoderanno gli ambienti e i padiglioni dell’esposizione, per soddisfare i 29 milioni di visitatori previsti (la cifra è stata rivista al ribasso).

Una sorta di isola sorgerà quindi a Rho-Fiera, con acqua a circondare tutte le strutture e anche l’orto botanico, che potrebbe rimanere in eredità alla città anche dopo l’Expo. Confermata l’idea delle tensostrutture smontabili, sia per venire incontro alle esigenze economiche della crisi, sia perché la destinazione finale dell’area dell’Esposizione non è ancora stata decisa.

Stretto riserbo sui dettagli, per non rovinare la presentazione ufficiale del progetto che si terrà questa mattina a Palazzo Marino. Soddisfazione da parte dell’ad di So.ge Stanca che sottolinea che “non c’è stato nessun ridimensionamento”.

Critiche invece da parte dell’opposizione di centrosinistra per la presentazione “anticipata” al primo ministro e per la questione economica. Dice Majorino: “Al di la delle dichiarazioni di circostanza il ridimensionamento c’è stato. Vogliamo essere certi che non si vada verso l’Expo dei poveri”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato al premier Berlusconi il masterplan per Expo 2015

MilanoToday è in caricamento