menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Real Bodies a Jesolo (Foto da Jesolo.it)

Real Bodies a Jesolo (Foto da Jesolo.it)

Expo, otto cadaveri (veri) nel padiglione Italia: la proposta

L'idea di Real Bodies Exhibition, l'azienda che cura la mostra di cadaveri ed organi umani plastinati: "Otto corpi nel padiglione Italia. Il nostro obiettivo è mostrare l'importanza di un'alimentazione sana"

Corpi morti tra cibi e stand. Di quelli veri. Di quelli che più di un malore, e più di una polemica, hanno provocato. 

La società organizzatrice di Real Bodies - l'evento italiano è ancora in corso a Jesolo -, ha chiesto ad Expo di poter sistemare i propri cadaveri all'interno del padiglione Italia in vista dell'esposizione universale che prenderà il via il primo maggio. 

Un'idea, spiegano dall'azienda, per dimostrare gli effetti della cattiva alimentazione sul corpo umano. Real Bodies Exhibition, la società organizzatrice della mostra internazionale di corpi ed organi plastinati, sembra fare sul serio. Tanto che ha già dato ufficiale disponibilità alla direzione di Expo 2015 per disporre dei propri esemplari per una mostra.

"Il nostro obiettivo - annuncia il responsabile per l'Europa di Real Bodies, Mauro Rigoni - è mostrare al mondo l'importanza di un'alimentazione sana e corretta attraverso il raffronto visivo diretto fra come si presentano i corpi e gli organi sani e i loro corrispondenti deformati da tumori o colpiti da ictus, infarto, arteriosclerosi ed altre patologie gravi direttamente correlate alla sbagliata nutrizione ed ai dannosi stili di vita".

L'idea è già un progetto. E anche in fase abbastanza avanzata, con i dettagli che sono stati studiati e pianificati. Il percorso espositivo sarebbe, nelle intenzioni di Real Bodies Exhibition, allestito all'interno di uno stand con le fattezze di un enorme stomaco in scala 1:1250. Lì dovrebbero trovare posto alcuni tra i corpi più rappresentativi, come l'Uomo vitruviano di Leonardo Da Vinci, il Discobolo, il Culturista e altri. 

Inoltre, la proposta della società prevede anche uno spazio con eventi e convegni sul rapporto fra l'alimentazione, la forma fisica e la salute, con la presenza di medici e nutrizionisti di fama per fornire ai visitatori curiosità e informazioni medico-scientifiche sull'alimentazione e le patologie che ne derivano. 

"Pensiamo ad uno spazio di circa duecentocinquanta metri quadri - spiega Rigoni - dove trovano collocazione oltre quindici vetrine con dentro trentadue organi selezionati in modo specifico con particolare riguardo al tema dell'alimentazione. Quindi: apparati digerenti interi, stomaco, cuore, fegato e relativi organi malati da cattive abitudini di vita".

Ma non solo. Perché il "piatto forte", sarebbe un altro. "Cinque corpi interi deceduti per patologie inerenti alla nutrizione scorretta e - annuncia il responsabile di Real Bodies - tre corpi plastinati di atleti che, all'inverso, con le loro proporzioni ed eleganza, comunicano invece il valore fondamentale di praticare sport connesso al benessere che ne deriva". 

Per ora, conclude Rigoni, "abbiamo avanzato l'offerta. Adesso attendiamo la risposta da parte della direzione di Expo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Al Policlinico si iniziano a chiudere i posti letto covid

  • Eventi

    Rinasce La Scala dopo quasi 200 giorni di buio

  • Attualità

    Milano con le città C40 per una ripresa verde e giusta

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento