rotate-mobile
Expo 2015

Expo 2015: cacciata via ditta siciliana, "ha avuto rapporti con la mafia"

La prefettura ha disposto una misura interdittiva nei confronti dell'azienda siciliana per il rischio d'infiltrazioni mafiose

Stop alla Ventura Spa. La prefettura ha disposto una misura interdittiva nei confronti dell'azienda siciliana per il rischio d'infiltrazioni mafiose nei lavori per Expo 2015. La ditta, che è una delle società coinvolte nel maxiappalto per la costruzione della 'Piastra', in passato ha avuto rapporti con una cosca messinese.

Sarà la Mantovani, società capocordata, a dover escludere la Ventura se vuole mantenere l'incarico. L'appalto vinto dal gruppo già aveva fatto molto discutere. Infatti, su una base d'asta di 272 milioni, le società si erano aggiudicate l'incarico per molto meno, 165 milioni. La fetta per la ditta siciliana, ruotava attorno ai 6 milioni. 

La decisione fa parte delle procedure previste dal protocollo di legalità richiesto dal Viminale. Un controllo per evitare che sull'Expo ci possa essere l'ombra della criminalità organizzata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Expo 2015: cacciata via ditta siciliana, "ha avuto rapporti con la mafia"

MilanoToday è in caricamento