rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Expo 2015

Sala (ad Expo 2015): "Decidere in fretta su terreni e fondi"

L'ad di Expo 2015, Giuseppe Sala, interviene sul nodo dei fondi e dei terreni per la manifestazione. E invita tutti a discutere apertamente per affrettare i tempi

Giuseppe Sala, ad della società che gestisce l'Expo 2015, si dice "d'accordo con Formigoni sul fatto che occorra accelerare i tempi". Si profila dunque, forse, una soluzione al nodo dei terreni necessari a ospitare la manifestazione.

Come è noto, infatti, i tre enti locali (Provincia, Regione e Comune) hanno idee diverse sul metodo da affrontare per acquisire quegli spazi, adesso in mano ai privati (essenzialmente Fondazione Fiera e Gruppo Cabassi). Ma, mentre si discute di NewCo o di comodato d'uso, i giorni passano e la prossima riunione del Bie a Parigi è sempre più vicina.

"Fra un po' con i soci bisognerà fare una riflessione molto aperta", ha detto Sala, a margine della presentazione del progetto Cascina Merlata. "Quello che conta è arrivare al 19 aprile (data in cui si riunirà il Bie, n.d.r.) avendo sgombrato il terreno da problematiche relative ai fondi".

E sulla Giornata Mondiale della Famiglia, prevista a Milano nel 2012 alla presenza del Papa, Giuseppe Sala ha ammesso di non essere sicuro che l'area Expo sarà pronta e disponibile: "Alla Curia ho sempre detto che solo se sarò assolutamente certo offriremo questa opportunità, e al momento la certezza non c'è".

Guido Podestà, presidente della Provincia, si è detto intanto disponibile a discutere l'ipotesi dell'acquisto, che finora era stata avanzata solo dalla Regione, in quanto "l'attuale soluzione (il comodato d'uso, n.d.r.) non sta procedendo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala (ad Expo 2015): "Decidere in fretta su terreni e fondi"

MilanoToday è in caricamento