menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Expo

Expo

Volantini contro le condizioni lavorative ad Expo: blitz degli attivisti

Per questo motivo una decina di attivisti No Expo del centro sociale Sos Fornace e della rete San Precario sono stati fermati all'ingresso di Expo

Stavano distribuendo volantini contro le condizioni lavorative delle persone impegnate ad Expo. Per questo motivo una decina di attivisti No Expo del centro sociale Sos Fornace e della rete San Precario sono stati fermati all'ingresso di Expo.

Il contenuti dei foglietti era precisamente: "Lavorare in Expo 2015: stipendi da fame, contratti pirata e licenziamenti politici. Vogliamo ricostruire attraverso un'inchiesta attiva cosa sta accadendo all'interno di Expo 2015 per poi attivare vertenze individuali e collettive che restituiscano ai lavoratori diritti e reddito negati". Le forze dell'ordine hanno cercato di capire se gli attivisti avevano l'autorizzazione per fare volantinaggio e poi sono stati allontanati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cos'è la "certificazione verde" per uscire dalla Lombardia e come si ottiene

Coronavirus

Vaccini covid, il 22 aprile partono le prenotazioni per i 60-64enni

Attualità

Netflix ha ambientato una serie tv a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento