menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai domiciliari, butta la "meth" dalla finestra ma sotto il palazzo ci sono i poliziotti: arrestato

In manette un 43enne, già ai domiciliari. Gli agenti erano a casa sua per portarlo in cella

Pessima scelta, con un pessimo tempismo. Un uomo di 43 anni, un cittadino filippino irregolare in Italia e con precedenti, è stato arrestato mercoledì a Milano con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti dopo aver lanciato - letteralmente - ai piedi dei poliziotti la droga che lui stesso spacciava. 

I guai per il 43enne sono iniziati quando gli agenti si sono presentati a casa sua, un appartamento in via Feltrinelli, per notificargli l'ordinanza del giudice che sostituiva i domiciliari con il carcere. Alcuni poliziotti sono rimasti in strada, mentre altri hanno bussato alla porta dell'uomo per portarlo via e accompagnarlo a San Vittore. Ad aprire la porta è stata la moglie del pusher, che ha fatto accomodare gli uomini del commissariato Mecenate in casa. Convinto che fosse una buona idea, lo spacciatore ha lanciato dalla finestra un bilancino di precisione e un contenitore per alimenti che, evidentemente, voleva nascondere ma che sono caduti proprio ai piedi degli agenti sotto il palazzo. 

All'interno c'erano numerosi filtri di sigarette e 4,6 grammi di shaboo, la metanfetamina resa famosa dalla serie Breaking Bad con il nome di "Blue Sky" che viene venduta a dosi di 0,1 grammo per la sua potenza devastante, più di 10 volte superiore alla cocaina. Così, il 43enne - che sarebbe già finito in carcere - è stato arrestato anche con l'accusa di spaccio e portato in cella. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento