rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Cassina de' Pecchi

Facebook condannata a risarcire quasi 4milioni a società milanese: "Copiò un'app"

A stabilirlo la Corte d’Appello di Milano che ha fissato in poco più di 3 milioni e 800 mila euro il risarcimento a una società di sviluppo software di Cassina de' Pecchi

Facebook condannata a pagare 3,8 milioni a una società di sviluppo softwar milanese. A stabilirlo la Corte d’Appello di Milano che ha ritenuto il colosso californiano responsabile di aver copiato un'applicazione per geolocalizzare negozi, locali e ristoranti.

A beneficiare del risarcimento milionario la Business Competence, società di sviluppo software di Cassina De' Pecchi (Milano), dalla quale secondo i giudici Facebook ha copiato l'app che permette agli utenti di  individuare negozi, locali, ristoranti di loro interesse e nella zona, grazie alla geolocalizzazione.

In primo grado la somma da rimborsare era stata fissata a soli 350mila euro. I magistrati della Corte d'appello, però, hanno parzialmente riformato la sentenza la sentenza del tribunale che aveva riconosciuto alla società di Cassina De’ Pecchi, assistita dal professor Marco Splidoro, un danno di più lieve entità.

La Corte d’Appello civile, presieduta da Domenico Bonaretti, si legge nel provvedimento, "ritiene corrette le modalità con cui la Ctu (Consulenza tecnica d’ufficio del Tribunale, ndr) ha calcolato in misura pari a 3.831.000 il pregiudizio economico complessivo subito da Business Competence, a causa dell’illecita condotta di Facebook". I giudici di primo grado della sezione specializzata imprese, a dispetto di questa consulenza, avevano quantificato il danno in soltanto 350 mila euro, oltre a disporre a carico di Facebook 90mila euro di spese legali a favore della società italiana e il rimborso dei consulenti tecnici della stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Facebook condannata a risarcire quasi 4milioni a società milanese: "Copiò un'app"

MilanoToday è in caricamento