menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Indagine della guardia di finanza

Indagine della guardia di finanza

Gioielli venduti come d'argento, ma era semplice bigiotteria

Dieci denunciati, 13 milioni di bigiotteria sequestrata: l'indagine partita da un controllo in negozi di Milano

Vendevano oggetti preziosi in argento, contrassegnati dalla sigla "925" tipica del cosiddetto Sterling Silver (92,5% argento, il resto rame): ma il prezzo era troppo basso. Così la guardia di finanza si è insospettita e ha controllato gli oggetti, venduti in negozi del centro di Milano. E ha appurato che si trattava di semplice bigiotteria.

In tutto sono stati sequestrati più di 13,5 milioni tra monili e braccialetti, per un valore di circa 10 milioni e mezzo di euro, in parte rinvenuti nei negozi controllati e in parte in alcuni magazzini di stoccaggio. I finanzieri hanno denunciato dieci persone e hanno sequestrato due immobili in Campania, compresi i macchinari e anche 400 chili di rifiuti speciali (non pericolosi) dovuti agli scarti di lavorazione.

La banda era ramificata in Lombardia e a Prato, Roma, Viterbo e Napoli. I monili contraffatti erano prodotti in Cina e importati in italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento