Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Famiglie arcobaleno, due papà nell'atto di nascita: è la prima volta in Lombardia

È la prima volta che avviene senza l'intervento del tribunale di Milano

Corteo per il gay pride

In Lombardia è nata una nuova famiglia arcobaleno senza l'intervento di un giudice. Tradotto? Un comune lombardo — che non viene rivelato per motivi di riservatezza dei due genitori — ha trascritto l'atto di nascita di una bambina con due papà, bimba nata in Canada grazie a un percorso di gestazione per altri. La notizia è stta riportata su Gaypost.it.

"Ho versato tante lacrime, finalmente dopo tre anni di battaglia ce l’abbiamo fatta", così ha detto a Gaypost Daniele, uno dei due papà. "Stento ancora a crederci – ha aggiunto Giuseppe, l’altro padre della piccola -: quando stamattina hanno chiamato dal comune pensavo ci fosse un altro problema. Invece no: siamo andati lì e ci hanno detto che era stato trascritto. È anche una piacevole novità che in questo paese una cosa del genere vada a buon fine al primo colpo".

Un percorso lungo e difficile, nonostante sia i funzionari dell’anagrafe che la sindaca della cittadina lombarda si sono mostrati subito molto disponibili. L'iter burocratico è stato complesso: in un primo momento la famiglia ha chiesto e ottenuto la trascrizione dell'atto di nascita solo con il nome del padre biologico; successivamente — anche grazie a un giudice canadese che ha riconosciuto entrambi come padri — la coppia ha chiesto che si rettificasse della trascrizione aggiungendo il nome anche dell’altro papà.

"È come se fosse nata un’altra bambina, oggi – continua Giuseppe -: finalmente nostra figlia ha due padri anche per lo Stato e siamo tutti, ufficialmente, una famiglia. Se dovesse succedere qualcosa al padre biologico, l’altro potrà prendersi cura di lei come è giusto che sia".

Daniele e Giuseppe si sono sposati a luglio 2011 in Canada. A fine 2013 è nata loro figlia grazie a una portatrice che tutt'ora è rimasta in contatto con la famiglia: "Ci sentiamo ogni 15 giorni – racconta Giuseppe – e le mandiamo regolarmente foto della bambina. C’è un ottimo rapporto tra noi. E ci tengo a sottolineare che per la gestazione lei ha ricevuto solo il rimborso delle spese sanitarie. Niente altro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie arcobaleno, due papà nell'atto di nascita: è la prima volta in Lombardia

MilanoToday è in caricamento