Cambiago (Milano), famiglia intossicata da monossido: parto urgente per donna incinta

La donna era già al nono mese di gravidanza: al pronto soccorso le è stato praticato un cesareo d'urgenza

Parto cesareo d'urgenza per una donna di 25 anni già al termine della gravidanza rimasta vittima di esalazioni di monossido di carbonio nell'abitazione di famiglia a Cambiago, nella Città metropolitana di Milano, causate da un malfunzionamento del riscaldamento.

E' successo domenica mattina in via Madonna. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ma il marito della donna, un 36enne di origini nordafricane, aveva già portato al pronto soccorso dell'ospedale di Vimercate la moglie (incinta al nono mese di gravidanza) e il loro figlio di tre anni, vedendo che non stavano molto bene. 

Il marito è stato trasferito al Niguarda di Milano per un trattamento in camera iperbarica; i medici, per la donna, hanno invece ritenuto necessario il parto cesareo d'urgenza dopo avere valutato una possibile sofferenza per il feto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento