Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Dai farmaci per l'aborto ai cosmetici cancerogeni: i prodotti proibiti nascosti nei finti capelli

Operazione delle Dogane a Malpensa. Cosa è stato sequestrato

I prodotti sequestrati

Sulla carta, erano capelli. Nella realtà, era tutt'altro. Maxi sequestro delle Dogane all'aeroporto di Malpensa, dove nei giorni scorsi è stata portata a termine l'operazione "Lagos", che ha previsto stringenti controlli sulle merci importate nello scalo varesino dalla Nigeria. 

L'obiettivo, hanno fatto sapere dalle Dogane, era evitare "l’ingresso in Italia di prodotti pericolosi per la salute pubblica, contraffatti e in evasione dei diritti di confine". E in effetti, le verifiche hanno dato i loro frutti. Nel mirino dei doganieri è finita soprattutto una spedizione di capelli sintetici che in realtà nascondeva un "tesoro". 

Nello scalo aeroportuale lombardo - stando a quanto comunicato in una nota - sono infatti stati sequestrati "12.600 confezioni di cosmetici pericolosi poiché contenenti sostanze riconosciute come cancerogene, 273 prodotti contraffatti, 50 litri di bevande alcoliche" e "1480 farmaci privi di autorizzazione all’importazione". Tra i medicinali sono stati scoperti "antiparassitari, antinfiammatori steroidei e farmaci per l’induzione dell’aborto".

Le indagini hanno anche permesso di identificare gli importatori - residenti tra Torino, Novara, Ferrara, Cremona, Roma e Pavia -, che sono stati segnalati all procura di Busto Arsizio, che adesso effettuerà tutti gli accertamenti necessari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai farmaci per l'aborto ai cosmetici cancerogeni: i prodotti proibiti nascosti nei finti capelli

MilanoToday è in caricamento