rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Farmacista in coma avvelenato da cianuro. Fermato un sospetto

La polizia avrebbe fermato una persona che sarebbe colpevole dell'avvelenamento di un farmacista con del cianuro. L'uomo è in gravi condizioni in coma

Un farmacista milanese, Luigi Fontana, è rimasto in coma dopo quello che, all'apparenza, sembrava un tragico malore. Ma le indagini e le analisi sull'uomo hanno dimostrato che si era trattato di un avvelenamento da cianuro.

C'è un sospetto. La polizia ha fermato una persona. Si chiama Gianfranco Bona, ed è un autotrasportare. Avrebbe messo il cianuro nell'aperitivo di Fontana poichè aveva con quest'ultimo un debito da 200mila euro che non poteva pagare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacista in coma avvelenato da cianuro. Fermato un sospetto

MilanoToday è in caricamento