rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Fastweb: l'amministratore Parisi si autosospende

Per scongiurare il commissariamento della società l'ad di Fastweb ha deciso di mettersi da parte fino a quando la sua posizione nell'inchiesta non sarà chiarita dalla Procura di Roma

L'amministratore delegato di Fastweb Stefano Parisi si è autosospeso per il periodo necessario a chiarire la sua posizione. Secondo quanto si apprende questo fa parte degli accordi con la magistratura per evitare il commisariamento della società.

Questa decisione ha aperto la via a un'intesa tra la società e i pm della procura di Roma che indagano su un'attività illecita di riciclaggio per oltre 2 miliardi di euro. La sospensione di Parisi, già deliberata anche dal cda di Fastweb, durerà finché non sarà chiarita la posizione personale dell'ad.

L'intesa tra i legali di Fastweb e i pubblici ministeri sarà formalizzata il 7 aprile, nell'udienza in programma davanti al gip di Roma, Aldo Morgigni.

Oltre a Parisi, indagato per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e alla commissione di reati fiscali, è stato sospeso Alberto Calcagno, chief operating officer di Fastweb, anche lui indagato. Intanto, anche i legali di Telecom Italia Sparkle hanno raggiunto un accordo con i pm di Roma, che dunque ritireranno la richiesta di commissariamento avanzata al gip Morgigni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fastweb: l'amministratore Parisi si autosospende

MilanoToday è in caricamento