"Mi hanno rapinato con una pistola", ma era falso: fattorino si pente e la ditta lo assume

L'uomo è crollato quando i poliziotti lo hanno messo di fronte alle contraddizioni

Immagine repertorio

Aveva denunciato di essere stato rapinato: secondo il suo racconto nella mattinata di martedì 15 maggio era stato affiancato da due uomini in scooter in viale Fulvio Testi. Gli avevano chiesto di affiancare e lui — fattorino che aveva già effettuato alcune consegne ai bar della zona — si era portato sul ciglio della strada con il suo furgone. Pochi istanti dopo si era trovato una canna di pistola puntata alla gola. Era stato minacciato e i rapinatori, descritti dalla vittima come due uomini a bordo di uno scooter, gli avevano rubato tutti i contanti che aveva. Peccato che il suo racconto era falso dalla prima all'ultima parola. Tutto inventato, come riportato dal Corsera in un articolo firmato da Gianni Santucci. Ma la vicenda ha un lieto fine: il titolare della cooperativa ha deciso di non prendere provvedimenti nei suoi confronti, anzi lo ha assunto.

Ad accorgersi che qualcosa non quadrava sono stati gli agenti del commissariato Greco-Turro: hanno passato al setaccio la scena della rapina, senza trovare un riscontro. Quel tratto di Viale Fulvio Testi non presenta telecamere e allargando il campo di azione nessun occhio elettronico aveva ripreso uno scooter simile a quello descritto dalla vittima. Non solo: non erano riusciti neanche a trovare un testimone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 44enne era quindi stato convocato in commissariato e messo davanti alle incongruenze. Risultato? Ha ammesso di essersi inventato tutto: aveva intascato i soldi per cercare di arginare la sua situazione economica. Poi l'uomo si è assunto le proprie responsabilità davanti al suo superiore e ha restituito tutto il denaro, fino all'ultimo centesimo. Lui aveva sul tavolo diverse opzioni: denunciarlo, cacciarlo e fargliela pagare. Invece ha deciso di dargli fiducia e assumerlo: era in prova da gennaio, ma adesso ha un contratto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un pullman di linea: turista milanese muore sul Lago Maggiore

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Milano, "blitz" del maltempo: attesi temporali forti, scatta l'allerta della protezione civile

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Milano, ragazza molestata fuori dall'ospedale: un 23enne arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento