Cronaca

Pugno a un dj "rivale": Fedez va a processo

Il rapper milanese è accusato di aver aggredito un dj a un festival nel Lecchese. La storia

Finirà in tribunale la presunta rissa avvenuta lo scorso giugno tra il rapper milanese Fedez e il dj Mc Cece. Venerdì mattina, infatti, è saltata la proposta di conciliazione tra le due parti e il giudice di pace di Lecco non ha potuto far altro che fissare il processo nei confronti del cantante meneghino. 

Lo scorso 6 giugno - questo il motivo del contendere - Fedez avrebbe colpito il "rivale" con un pugno dopo una discussione al festival di musica elettronica "Namless" di Barzio, nel Lecchese. A denunciare la presunta aggressione era stato lo stesso Mc Cece, che in un post su Facebook aveva scritto: "Ci ha provato in tutti i modi a rovinare il Nameless il 'rapper' Fedez. Tirarmi un pugno alla domanda sei gay e farsi difendere dal suo buttafuori non ti fa uomo. Non ti fa artista. Non ti fa nemmeno onore. Presento questo festival da sempre e venire qui ad alzare i toni con Alessio e con me dovrebbe farti capire che hai bisogno di aiuto. Tu - aveva concluso Mc Cece - ne hai bisogno, io no”. 

Il dj, dopo il presunto pugno, era andato in ospedale a Lecco dove gli era stata diagnosticata una prognosi di tre giorni. Fedez, invece, per mano dei suoi legali, aveva presentato una querela per calunnia nei confronti del "rivale". Proprio la querela ha impedito la conciliazione e ha costretto il giudice di pace a fissare il processo. La prima udienza, quando Fedez dovrebbe essere in aula, è prevista per il 19 marzo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno a un dj "rivale": Fedez va a processo

MilanoToday è in caricamento