rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Duomo / Piazza Cesare Beccaria

Si fa male durante la pausa sigaretta: giudici negano risarcimento

Secondo la corte d'appello di Milano, non può essere considerato "tempo lavorativo"

Negato il risarcimento a una agente della polizia locale milanese che, nel 2008, si ferì nel cortile del comando, mentre era in "pausa sigaretta". I giudici della corte d'appello hanno stabilito che non si tratta di "tempo lavorativo".

La donna era inciampata a causa del vialetto "non perfettamente livellato" mentre stava rientrando, e di conseguenza era caduta e si era fatta male alle gambe: distorsione alla tibia destra e contusione della gamba sinistra, come recita il bollettino medico. A nulla (secondo quanto riporta Repubblica) sono valse le testimonianze dei colleghi, che hanno confermato sia che la donna si era fatta male in quel frangente, sia che il vialetto era effettivamente irregolare.

Per i giudici d'appello, una pausa lavorativa soddisfa le esigenze funzionali e la tutela della salute. La "pausa sigaretta" difficilmente s'inquadra in queste due circostanze. Ma, per di più, la vigilessa avrebbe dovuto conoscere le condizioni del vialetto, visto che era abituata a percorrerlo.

Risultato, la donna deve ora pagare 2 mila euro di spese legali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fa male durante la pausa sigaretta: giudici negano risarcimento

MilanoToday è in caricamento