Tragico bilancio di Capodanno: due ragazzini perdono la mano, ustioni anche a un bambino

Bollettino di guerra a Milano: mano devastate e ustioni di primo e secondo grado

Bilancio davvero pessimo, come da triste tradizione, quello del capodanno appena passato a Milano e hinterland. Con notte di super lavoro per Areu 118 e forze dell'ordine. Nonostante le infinite raccomandazioni sulla pericolosità dei botti - soprattutto quelli di dubbia provenienza -, molte persone hanno subìto conseguenze che dovranno affrontare per tutta la vita. E tra queste, soprattutto, ci sono ragazzini. 

Secondo quanto viene stilato dal report del 118, l'episodio più grave intorno alle 20.30, in via Capuana: a un ragazzo di 13 anni è stata amputata la mano destra, più varie ferite al tronco serie. E' stato portato in codice rosso al Niguarda. Altri 3 giovani tra i 14 e 15 anni, che erano insieme a lui, hanno riportato gravi ferite a volto e occhi. Portati al Fatebenefratelli e al Sacco, le loro condizioni non destano preoccupazione. In via D'Annunzio, invece, è un 18enne a subire un grave trauma al volto e all'occhio: medicato sul posto, è stato trasportato in codice giallo al Fatebenefratelli.

A Cuggiono, pochi minuti dopo la mezzanotte, un altro ragazzino perde la mano: per cause da accertare il petardo scoppia all'improvviso e l'arto è devastato. Il giovane ha riportato anche ustioni di primo grado in volto. Portato in codice rosso in ospedale, le sue condizioni sono molto serie. Medesimo episodio a Limbiate negli stessi minuti

In via Toqueville, nella zona della movida, un 24enne e una donna di 26 anni hanno riportato ferite lacero-contuse a volto e ai polsi; portati in codice giallo al Niguarda e al Policlinico. In via Feltrinelli, invece, un bambino di 7 anni cade inavvertitamente sopra un petardo acceso e si ferisce al torace: è portato alla clinica De Marchi dai soccorritori del 118. 

All'una, poi, un 14enne viene portato al San Paolo con un'ustione di primo grado al polso. Infine, due persone, tra corso Lodi e piazza Duomo, sono state soccorse dopo aver abusato di alcol e sostanze stupefacenti: una di loro, 52 anni, in coma etilico, è stata portata al Policlinico e lotta per la vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento