Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Milano-Mortara, in stallo l'azione del comitato

Il Comitato di cittadini delle zone 4,5 e 6 ha promosso una serie di attività per ridurre l'impatto ambientale del potenziamento della linea ferroviaria Milano- Mortara. Nonostante esposti e lettere agli organi competenti, ad oggi, niente si è mosso

Sul nostro giornale abbiamo affrontato più volte l’argomento che riguarda il potenziamento della linea ferroviaria Milano-Mortara e delle attività promosse dal Comitato di cittadini delle zone 4,5 e 6, tese a minimizzarne l’impatto ambientale. Finora tutte le iniziative intraprese non hanno portato a nessun risultato di rilievo, tranne il pronunciamento favorevole di tutte le assemblee elettive (consigli di zona, comunale e regionale).

Ma né Regione Lombardia né Rete Ferroviaria Italiana hanno mai dato segno di prendere seriamente in considerazione le legittime richieste del Comitato. La giunta comunale di Milano, a parte prese di posizione individuali, è stata sostanzialmente assente.

Anche l’esposto presentato a suo tempo presso il TAR langue. RFI, che non aveva mai presentato al tribunale le proprie motivazioni, dopo che il giudice gli aveva imposto un ultimatum, ha scaltramente presentato una memoria il giorno precedente la scadenza, dichiarando comunque non definitivo il progetto contestato. A quel punto, il giudice non ha potuto far altro che rinviare la seduta, in attesa del progetto definitivo. Solo che la prossima seduta si terrà tra ben un anno, favorendo a questo modo l’evidente intento dilatorio di RFI, che nel frattempo farà come gli parrà, o perlomeno tenterà di farlo.


Il mese scorso il Comitato ha chiesto un incontro al vicesindaco Decorato che dopo l’ultimo rimpasto di giunta, ha assunto le competenze in materia. Finora la data non è ancora stata fissata. Prossimamente il Comitato dovrà uscire dalla fase di stallo in cui si trova attualmente e riassumere l’iniziativa con azioni tali da indurre le istituzioni a prendere in considerazione le proprie istanze, se non vuole che il progetto “provvisorio” di RFI venga realizzato, prescindendo dalle opere antirumore ed antivibrazioni da esso proposte in nome e per conto degli abitanti le case situate lungo la linea ferroviaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano-Mortara, in stallo l'azione del comitato

MilanoToday è in caricamento