Danni, musica e alcol: la folle festa 'a prova' di covid nell'hotel in Duomo, 18 ragazzi nei guai

I 18 ragazzi sono stati denunciati e saranno multati per le norme anti covid. L'accaduto

Una notte di festa e caos. Nonostante l'emergenza sanitaria in corso, nonostante tre diversi interventi della polizia. Diciotto ragazzi - tutti giovanissimi tra i 15 e i 23 anni, tra cui quattro ragazze - sono stati denunciati all'alba di sabato dalla polizia a Milano con l'accusa di "disturbo del riposo delle persone" dopo aver dato vita a un folle party in un hotel di via Lupetta 5, una struttura vista Duomo che offre diversi mini appartamenti all'interno dello stesso edificio, con cortile interno.

La prima richiesta d'intervento alla Questura è arrivata un quarto d'ora prima dell'una di notte, quando due clienti dell'albergo hanno segnalato schiamazzi e musica ad alto volume nelle scale. Gli agenti al loro arrivo hanno sentito i rumori già dalla strada e hanno visto alcuni giovani fuggire dai ballatoi rifugiandosi in alcune camere. Presi contatti con i richiedenti, l'equipaggio della Volante ha verificato che la serratura della porta del loro alloggio era stata effettivamente tirata via. Grazie all'aiuto di un referente dell'albergo, i poliziotti sono riusciti a entrare nell'appartamento accanto, dove hanno trovato un 20enne, un 21enne e una 19enne, che sono stati identificati e sono andati via. 

O meglio, hanno finto di andare via. Perché poco più di un'ora dopo i poliziotti sono tornati in via Lupetta, questa volta dopo la telefonata di un rider che aveva effettuato la consegna di alcune pizze ed era stato picchiato. Nello stesso alloggio già controllato gli agenti hanno trovato di nuovo i tre ragazzi già identificati e altri 4 giovani, tra cui tre donne, tutti di età tra i 19 ed i 23 anni. Anche questa volta tutti sono stati identificati e tutti hanno lasciato spontaneamente la struttura. Ma anche questa volta era una finta. 

Alle 5.30 di sabato mattina, infatti, è arrivata alla centrale operativa di via Fatebenefratelli una terza segnalazione per schiamazzi e danneggiamenti all'interno dell'hotel. Gli agenti hanno quindi effettuato un controllo capillare in tutto l'edificio e hanno bloccato ben 18 ragazzini, tra cui i sette che erano stati già fermati nelle prime due verifiche e cinque minorenni. I giovani, insolenti e insofferenti al controllo, hanno cercato di accusare altri giovani che sarebbero fuggiti, ma sono stati tutti portati in Questura. Nessuno di loro è stato in grado di giustificare la propria presenza nell'hotel e in effetti nei registri della struttura risultavano iscritti soltanto due di loro come clienti per l'8 gennaio, motivo per cui adesso sono in corso accertamenti anche sull'albergo. 

I 18 "festaioli", invece, sono stati denunciati e saranno anche multati per le violazioni della normativa anti covid, che chiaramente vietano feste e assembramenti. Quattro minorenni sono stati affidati ai rispettivi genitori mentre il quinto, un ragazzo marocchino di 16 anni, è stato riaffidato alla comunità per minori dalla quale si era allontanato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento