rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Cagnola / Piazza Prealpi

Costringono il figlio di 11 anni a spacciare droga

Due genitori sono stati condannati a 8 e 9 anni di carcere: nell'impresa famigliare di spaccio cocaina avevano arruolato il figlio

Costringevano il figlio di 11 anni a spacciare. Il piccolo aveva imparato a confezionare le dosi ed era a tutti gli effetti l'"assistente" del padre (e della madre) nell'attività di vendita droga. La famiglia spacciava principalmente cocaina dal loro appartamento in piazza Prealpi. 

Per questo i genitori del ragazzino sono stati condannati a Milano. Il padre, R.P., a 9 anni e 2 mesi di reclusione e a oltre 23 mila euro di multa e la madre, A.B., a 8 anni di carcere e a poco più di 21 mila euro di multa. A deciderlo nelle scorse ore è stato il gup Alessandra Di Fazio al termine del processo con rito abbreviato che riguarda una quindicina di persone condannate con pene fino ai 15 anni e che sono tra i 37 arrestati in una operazione di un anno fa dei carabinieri della Compagnia Duomo, coordinata dalla Dda milanese, che ha azzerato tre gruppi di spacciatori di droga, di cui uno con rapporti con la 'ndrangheta.

Il giudice, da quanto è emerso, ha anche accolto 14 patteggiamenti a partire da 4 anni e 4 mesi fino a circa un anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costringono il figlio di 11 anni a spacciare droga

MilanoToday è in caricamento