rotate-mobile
Cronaca

Ris nella villetta di Carmine D'Errico, indagato il figlio dell'uomo scomparso

I carabinieri stanno cercando eventuali tracce di un omicidio. Il figlio: "Non sapevo di essere indagato"

I carabinieri del Ris di Parma stanno passando al setaccio la villetta di via Libertà di Carmine D'Errico, il 65enne di Cusano Milanino scomparso lo scorso 30 dicembre. Gli investigatori stanno cercando macchie di sangue o eventuali tracce di un omicidio. Inoltre il figlio Lorenzo (che vive nella stessa casa) risulta essere indagato per la sua sparizione.

"Non sapevo di essere indagato per omicidio - ha spiegato il 35enne ai microfoni della trasmissione Iceberg di Telelombardia nella mattinata di giovedì 3 febbraio -. I carabinieri in questo momento mi hanno detto di non rilasciare dichiarazioni. Non so nulla di una indagine".

Gli investigatori, coordinati dalla procura di Monza, hanno riscontrato incongruenze sulla dinamica degli eventi fornita dal figlio del 65enne. Lorenzo davanti agli inquirenti ha sempre ammesso di avere un rapporto conflittuale con il padre ma ha sempre negato in ogni modo di avere a che fare con la sua sparizione. Non solo, era stato lui a consegnare ai carabinieri la pistola che ha detto di aver trovato nel box dell'abitazione, arma di cui nessuno dei due aveva la licenza.

Il caso di Carmine D'Errico

Carmine D'Errico è scomparso nel nulla il 30 dicembre scorso. A denunciare la scomparsa era stato proprio Lorenzo che aveva detto che il padre era uscito a prendere una pizza senza mai fare più ritorno. La sua macchina era stata trovata a pochi metri dalla sua abitazione il 6 gennaio e da lì sono iniziate le indagini per omicidio colposo a carico di ignoti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ris nella villetta di Carmine D'Errico, indagato il figlio dell'uomo scomparso

MilanoToday è in caricamento