Cronaca

Omicidio del catamarano: De Cristofaro, il killer di Annarita Curina non verrà estradato

Fermato nei pressi di Lisbona lo scorso maggio, De Cristofaro è tornato libero ad ottobre

L'uomo

E' stato condannato all’ergastolo per l’omicidio della skipper Annarita Curina uccisa il 10 giugno 1998, ma Filippo De Cristofaro non verrà estradato dal Portogallo. Al dipartimento esecuzione pena della Procura di Milano è arrivata solo venerdì la risposta delle autorità portoghesi. Fermato vicino Lisbona nel maggio 2016, De Cristofaro è tornato libero ad ottobre. 

Gli uffici milanesi, come avviene in questi casi, avrebbero invece dovuto essere informati subito del “no” all’estradizione. Da quanto si è appreso, le autorità hanno scarcerato il killer, arrestato su mandato di arresto europeo, poiché nell’ordinamento portoghese non è previsto l’ergastolo.

Cristofaro, al momento irreperibile, potrebbe essere arrestato nuovamente se individuato fuori dai confini portoghesi. Al momento della cattura a carico dell’uomo pendevano due mandati d’arresto europeo, uno per la condanna per evasione dal carcere milanese di Opera e un altro per la condanna all’ergastolo. Intanto, sono ripartite le indagini, condotte dalla Squadra mobile di Ancona e coordinate dal pm di Milano Andrea Fraioli, per rintracciarlo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio del catamarano: De Cristofaro, il killer di Annarita Curina non verrà estradato

MilanoToday è in caricamento