Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Truffata di 3mila euro, s'ammazza per la vergogna avvelenandosi

Filomena A., 71 anni, lo scorso 6 dicembre era stata truffata di 3mila euro. Le avevano fatto credere che il figlio avesse fatto incidente: muore dopo un mese di agonia

Per la donna sono state settimane di agonia

Una storia tremenda. Che non può non lasciare un macigno di rimorso anche al più perfido dei truffatori. Una donna di Burago Molgora (Monza e Brianza) di 71 anni, Filomena A., è morta al centro antiveleni di Niguarda dopo un mese di sofferenze. Aveva ingoiato un intero flacone di gel per pulire tubature di sanitari. Era stata operata più volte al fegato e all'esofago: ma non c'è stato nulla da fare. 

La signora, benvoluta e conosciuta da tutti in paese, era stata truffata di circa 3mila euro. Non ha retto alla vergogna e al dolore di aver dato fuoco a tutti i risparmi che erano in casa. Il fatto era accaduto la prima settimana di dicembre. Avvicinata da due uomini ben vestiti e affabili davanti al sagrato della chiesa, le viene detto che uno dei figli (in famiglia ci sono due femmine e tre maschi) aveva avuto un piccolo incidente stradale: nulla di grave, dicono i malviventi con calma e pacatezza, ma la loro auto ha avuto un danno di circa 3mila euro. 

La donna è un po' spaesata, e vuole riparare al sinistro. Va in casa, racimola tutto quello che trova e consegna agli uomini circa 3mila euro. Poi chiama il figlio. "No mamma, sto bene, non ho fatto nessun incidente. Perchè?". Il mondo le crolla addosso. Il ragazzo cerca di tranquillizzarla: "Non preoccuparti, fa nulla, chiamiamo la polizia". Ma per lei il dolore è troppo insopportabile. Tenta il suicidio. 

Viene traspostata all'ospedale di Vimercate, gravemente intossicata, e poi al Niguarda; si alternano settimane di speranze e di ricadute. Sembra ce la possa fare, ma dopo le operazioni il suo fisico indebolito si spegne.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffata di 3mila euro, s'ammazza per la vergogna avvelenandosi

MilanoToday è in caricamento