Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Per giustificarsi coi genitori finge un rapimento di un giorno e mezzo: denunciato

L'uomo si è presentato dai carabinieri ma è caduto in contraddizione

Era "sparito dalla circolazione" per un giorno e mezzo, volontariamente. Ma doveva in qualche modo giustificarsi con i suoi genitori, con i quali era tornato da poco a vivere. Così un 34enne di Vigevano ha inscenato un rapimento, un sequestro di persona. E si è presentato dai carabinieri per raccontare la bugia. 

Ma il maresciallo di stazione, a Zeme Lomellina (Pavia), non gli ha creduto, o quantomeno ha valutato che vi fossero delle incongruenze nel suo racconto. E ha voluto vederci chiaro.

Il rapimento sarebbe avvenuto ad opera di tre sconosciuti che, minacciandolo con un coltello, lo avrebbero obbligato a recarsi ad Asti e poi a Casale Monferrato con la propria automobile. Il maresciallo ha controbattuto con alcune domande e il 34enne è quasi subito caduto in contraddizione, fino ad ammettere di essersi inventato tutto. Così, inevitabilmente, i carabinieri lo hanno denunciato per simulazione di reato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per giustificarsi coi genitori finge un rapimento di un giorno e mezzo: denunciato

MilanoToday è in caricamento