Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Per il rapper Baby Gang foglio di via anche da Lecco

Il provvedimento dopo i disordini avvenuti nella notte tra giovedì e venerdì durante il lancio del suo nuovo singolo Lecco City

Non solo Milano e la Romagna, il rapper Baby Gang ora è 'bandito' anche da Lecco. Un foglio di via obbligatorio, come lui stesso ha annunciato sui social, è stato emesso dalla questura della sua città di origine. "Mo' state esagerando - il commento e la provocazione lanciata dal cantante sui social -. Avviso che Baby Gang gira tranquillo e sereno per i locali di Milano e Lecco. Nessuno potrà cacciarmi dalla città dove sono nato e cresciuto".

All'anagrafe Zaccaria Mohuib, l'artista ventenne - che fa parte del collettivo Seven 7oo, 'made in san Siro' - aveva già ricevuto un Daspo Willy insieme all'artista Mattia Barbieri, aka Rondo Da Sosa, dopo una rissa davanti alla discoteca Old Fashion. Per i due, e altre persone individuate come responsabili, in base a quanto stabilito dal questore di Milano Giuseppe Petronzi, sono off limits bar, discoteche e locali pubblici del capuoluogo lombardo.

Nei giorni successivi il trapper originario di Lecco aveva ricevuto dal questore di Rimini, Francesco De Cicco un foglio di via da alcune località di vacanza romagnole, dopo che Baby, deluso per l'annullamento del suo concerto a Riccione, in una diretta su Instagram aveva minacciato di tornare "a zanzare i turisti in spiaggia a Riccione".

A far scattare il divieto di ritorno nel comune di Lecco per Baby Gang, invece, sono stati i disordini registrati nella città nella notte tra giovedì e venerdì durante i festeggiamenti per il lancio del suo nuovo singolo 'Lecco City',con decine di ragazzi nel rione Santo Stefano.

Nel frattempo anche a Sondrio si sta affrontando il caso del rapper Baby Gang, che è nato e cresciuto a Lecco ma risiede in Valtellina. Il gruppo consiliare 'Sondrio civica' ha infatti presentato un'interrogazione con risposta scritta in cui, alla luce proprio degli ultimi eventi di cronaca, pone l'attenzione sugli "atti riconducibili al fenomeno delle babygang legate alla musica in cui si inneggia alla violenza, ai furti, al consumo di sostanze stupefacenti, all’offesa delle forze dell’ordine ed all’uso delle armi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il rapper Baby Gang foglio di via anche da Lecco

MilanoToday è in caricamento