Cronaca Barona / Via San Paolino

Dà in escandescenze per una birra: ragazzo picchia due agenti all'ospedale San Paolo

Il protagonista è un giovane di origini brasiliane, di ventidue anni, arrestato con molta difficoltà per il suo stato di alterazione

Ospedale San Paolo

Per una birra dà in escandescenze all'interno dell'ospedale San Paolo e si scaglia contro due poliziotti prendendoli a pugni e minacciandoli di morte. 

Il protagonista è un giovane di origini brasiliane, di ventidue anni, arrestato con molta difficoltà per il suo stato di alterazione. 

A chiamare le volanti è l'agente del posto di polizia interno al nosocomio, nel primo pomeriggio di domenica. Il poliziotto è intervenuto per aiutare la vigilanza dell'ospedale, alle prese col giovane beccato a bere birra e disturbare i pazienti nel triage. Fin dall'inizio la reazione del ragazzo è violenta. 

Si rifiuta di uscire e comincia a minacciare l'agente. "Ti metto giù e poi ti scasso". "Tu non sai chi sono io". "Con un pugno ti stendo". Poi si scaglia contro di lui colpendolo con un pugno. 

La colluttazione - nel tentativo di bloccare il ragazzo - si sposta all'esterno. Lì, il giovane colpisce un altro agente. Finalmente bloccato, il ragazzo riserva un ultima minaccia ai poliziotti: "Vengo a casa vostra e vi sparo, io ho già accoltellato una persona".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà in escandescenze per una birra: ragazzo picchia due agenti all'ospedale San Paolo

MilanoToday è in caricamento