Formigoni, prima notte in carcere: "Quelli fuori si facciano forza". In reparto con Boettcher e Stasi

Il Celeste è descritto come "tranquillo" e ha detto agli avvocati "di stare bene"

Bollate

"Voglio che sappiano che devono essere forti". Sono queste le prime parole raccolte da diverse testimonianze dell'ex presidente della Lombardia, che non apparirebbe per nulla abbattuto. Da questo fine settimane, è ospite del carcere di Bollate.

Camicia, maglione con la zip e pantaloni scuri, ha iniziato la mattina incontrando gli operatori del carcere. E assicura di star bene e di non avere problemi. La sua preoccupazione è però per gli altri, per la sua famiglia. E così ripete che "si devono far forza quelli che sono fuori, che sanno tutta la storia: voglio che sappiano che devono essere forti". La prima notte in carcere per Formigoni è stata tranquilla.

Secondo indiscrezioni, è stato destinato in una cella che divide con altri due detenuti italiani con pena definitiva. Secondo quanto si è appreso, l'ex presidente della Regione si trova nel I Reparto della casa circondariale, un'ala dove si trovano generalmente persone dai 50 anni in su, un ambiente definito come un luogo tranquillo, dove le celle sono aperte dalle 8 alle 20 e dove c'è libertà di spostamento non solo sul proprio piano, ma in tutta la palazzina di competenza.

Nella sua cella, una ventina di metri quadrati, un piccolo bagno, un fornelletto, un tavolo e un televisore. L'ex numero 1 del Pirellone avrebbe portato due borse di libri. 

Stasi e Boettcher nello stesso reparto di Formigoni

Il 'Celeste' si trova nel I Reparto, dove si trovano detenuti di una certa età o personaggi di casi che hanno avuto particolare clamore mediatico. Tra questi, nella stessa palazzina di 4 piani (dove i detenuti possono circolare liberamente dalle 8 alle 20), ci sono Alessandro Boettcher e Alberto Stasi. Secondo indiscrezioni Formigoni si troverebbe in cella con Costantino Passerino, anche lui condannato in Cassazione nello stesso processo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento