'Sabato nero', Fratelli d'Italia in via Padova con un tricolore lungo 250 metri: "Siamo in Italia"

Proteste di alcuni residenti che ricevono i politici con "Bella ciao" e urlando "Fuori i fascisti"

Il maxi tricolore

La prima manifestazione contestata dagli antagonisti che hanno organizzato la mega mobilitazione antifascista prevista per le 14 di sabato in largo La Foppa, a Milano, è andata con pochi ma significati i momenti di tensione. Già nella mattinata di quello che è stato definito 'sabato nero', in via Padova hanno sfilato in corteo i rappresentati di Fratelli d'Italia. Oltre a Giorgia Meloni, erano presenti anche alcuni dei politici più noti del partito: Riccardo De Corato, Daniela Santanché e Ignazio La Russa, coinvolto in un piccolo tafferuglio con alcuni contro-manifestanti. La Russa cerca di dividere i litiganti.

Video: corteo di FdI in via Padova, scoppia una rissa

In via Padova, una delle vie simbolo della multiculturalità della città, il corteo ha visto la partecipazione di un centinaio di attivisti, tutti riuniti attorno ad una bandiera italiana di 250 metri. "Per esprimere solidarietà agli italiani abbandonati dal sindaco Giuseppe Sala", secondo De Corato.

Video, De Corato: "Via Padova è italiana, Milano è italiana"

Proteste di alcuni dei residenti allo slogan di Fdi: "Riconquistiamo le nostre strade" o "Via Padova è una strada italiana". Alcuni intonato le parole di "Bella Ciao", mentre una parte del corteo risponde con l'inno di Mameli, altri urlano dalle finestre: "Via Padova non è fascista".

"Inutilmente – ha dichiarato al termine dell'iniziativa Ignazio La Russa – un gruppetto di violenti antagonisti, ha cercato l'incidente diffondendo slogan ostili, sovrastati dall’inno nazionale cantato a squarciagola da tutti i partecipanti al corteo. Un grazie va alla correttezza dei nostri militanti che non hanno accettato alcuna turbativa e che hanno reso pacifica la nostra manifestazione esattamente come volevamo che fosse. E un grazie infine alle Forze dell’ordine, polizia e carabinieri, per il lavoro inappuntabile".

Durante le primissime ore della giornata in piazza Caroli alcuni studenti antifascisti avevano occupato il monumento di Giuseppe Garibaldi per protestare contro il comizio di Simone Di Stefano, leader del gruppo di estrema destra di CasaPound. Dopo lo 'sgombero' della polizia, i giovani sono andati in corteo verso piazza Duomo, dove sempre nel pomeriggio si terra un altro comizio, quello della Lega. "Matteo Salvini sarà in Piazza Duomo - scrivono gli organizzatori di "No al sabato nero, costruiamo una piazza antifascista" -  con la presenza degli Hammerskin di Lealtà Azione ormai organici alla Lega".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video: il blitz degli studenti dei centri sociali

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Terrore in Duomo: uomo armato di coltello prende in ostaggio guardia giurata, arrestato

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Coronavirus, tamponi e mini isolamento per chi torna da Spagna, Grecia, Malta e Croazia

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Milano, abbonamenti Atm: via ai rimborsi per le mensilità non utilizzate durante il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento