Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Frediano Manzi colpito con colpo di pistola al polpaccio

Il responsabile di Sos Racket ed Usura è stato colpito in un agguato. E' ora al Sant'Anna di Como. Personaggio controverso, era anche stato indagato

Frediano Manzi, responsabile di Sos Racket ed Usura, è rimasto ferito in serata in modo non grave da un colpo di pistola sparato da sconosciuti dopo essere sceso dalla propria auto a Lomazzo, nel Comasco. Contro Manzi sono stati esplosi due colpi, uno dei quali lo ha raggiunto al polpaccio.

Il responsabile dell'associazione antiracket è stato portato all'ospedale Sant'Anna di Como. Manzi è molto conosciuto negli ultimi anni nell'ambiente dell'anti-mafia milanese per le sue 'battaglie' e denunce contro il racket e l'usura ed è anche sotto inchiesta a Milano in quanto avrebbe dato 1.200 euro a un pregiudicato per inscenare un attentato ai danni di un suo chiosco di fiori, a Nerviano (Milano) il 6 dicembre 2009.

Lo stesso pregiudicato avrebbe anche incendiato un furgone del responsabile di Sos racket e Usrua, nel febbraio 2010, sempre fingendo un gesto di intimidazione. Nell'interrogatorio davanti al pm di Milano, Manzi aveva ammesso di aver commissionato gli attentati, spiegando di avere fatto ciò per richiamare l'attenzione su di lui e le sue iniziative contro il racket. Chiarire gli aspetti e individuare i responsabili dell'agguato che lo ha visto vittima in serata, sarà compito dei carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frediano Manzi colpito con colpo di pistola al polpaccio

MilanoToday è in caricamento