menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frode sull'Iva in Unione Europea: denunciato titolare di un'azienda informatica

L'indagine dell'agenzia dogane di Milano

Una frode sull'Iva per un importto superiore a 17 mila e 500 euro è stata scoperta dai funzionari dell'agenzia delle dogane e monopoli di Milano 1, nell'ambito dell’attività di contrasto all’evasione fiscale rivolta alle frodi in materia di Iva intracomunitaria.

Nel corso delle attività di indagine, una società, operante nel settore dell’informatica, è risultata inesistente presso la sede dichiarata e il rappresentante legale, di fatto, irreperibile. La frode sull'Iva è stata scoperta grazie all’attivazione di 30 richieste di cooperazione amministrativa nei confronti di 12 Paesi dell’Unione, sulla base del regolamento 904/2010 dell'Ue.

I funzionari hanno avviato anche indagini finanziarie per ricostruire tutto il flusso dei pagamenti. Il rappresentante legale della società è stato denunciato all'autorità giudiziaria: risponde di emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti e di occultamento o distruzione di documenti contabili, sulla base della legge sui reati tributari (D. Lgs. n. 74/2000).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento